Prodotti per animali

Ci sono 10 prodotti.

Visualizzati 1-10 su 10 articoli

Filtri attivi

Integratori Alimentari per Animali 

Per il benessere dei vostri animali è importante utilizzare prodotti di fitoterapia veterinaria di qualità, pieni di principi attivi naturali. I preparati erboristici in forma di liquida, granularare o in compresse  dando in modo naturale la salute, il benessere e l’igiene dei vostri animali domestici.

Salute a quattro zampe

Gli integratori alimentari a uso veterinario, come ci dice la parola stessa, sono dei preparati che integrano la normale alimentazione: sono una fonte concentrata di nutrienti, è in quanto tali non possono essere sostituti di una sana e corretta alimentazione, ma possono solo accostarla e, qualora utilizzati con sapienza, migliorarla. Possono contenere sostanze vegetali, come le erbe, o sostanze non vegetali ma comunque naturali, come la propoli, la pappa reale o il polline d’api. Gli integratori non sono medicine, servono a favorire il benessere dell’organismo. Una volta definito cosa sono dobbiamo chiederci a cosa servono e come prenderli. La cosa più importante da fare è rivolgersi sempre prima al veterinario, che, una volta conosciuto il regime alimentare del nostro animale, ci dirà se un integratore è necessario o meno, e soprattutto ci dirà in quale quantità somministrarlo al nostro compagno, perché come per ogni cosa un sottodosaggio potrebbe essere inutile, e un sovradosaggio dannoso. Un’ altra piccola nota, forse banale, ma è sempre meglio ribadire, è necessario comprare prodotti di qualità, e utilizzarli solo per la durata indicata dal veterinario. Gli integratori sono consigliati in particolar modo per i cuccioli e i cani anziani, nonché per animali che escono da un periodo di degenza o che hanno una qualche carenza nell’alimentazione di tutti i giorni.
Esistono vari tipi di integratori per cani e gatti. Vi mettiamo un breve elenco dei più utilizzati e la loro principale funzione, ricordandovi che è sempre necessario prima di somministrarli al vostro animale consultare il veterinario.

  • Multivitaminici: utili soprattutto in caso di convalescenza o senilità del cane.
  • Antiossidanti: utili nella prevenzione del cancro, delle allergie nonchè delle infiammazioni, vi sono inoltre quelli che apportano calcio o sali minerali.
  • Contenenti acido gamma linolenico (GLA): il GLA è un acido grasso omega-6 presente in molti oli naturali di semi, nonché nelle carni e negli estratti di pesce. L’assunzione di questo acido grasso è molto utile soprattutto nei cani anziani o con vari problemi di salute, che si trovano nella condizione di non avere più la capacità di convertire gli acidi grassi in GLA, una carenza di questi acidi può causare: cute secca e squamosa, perdita del pelo, infezioni e gonfiori, oltre che prurito, che potrebbe a sua volta indurre l’animale a grattarsi e procurarsi così lesioni involontarie della cute. 

 ricordiamo SEMPRE che prima di farlo è necessario consultare il veterinario.

Gli integratori alimentari sono una fonte concentrata di nutrienti utili a favorire il benessere dell’organismo che devono essere utilizzati solo nei casi di reale necessità. La somministrazione di una dose superiore a quella necessaria può non soltanto essere inutile ma, a volte, anche dannosa.

Gli integratori alimentari, per definizione, non sono né farmaci né prodotti dietetici.
Queste sostanze, infatti, sono dei veri e propri prodotti alimentari costituiti da una fonte concentrata di nutrienti, utili a favorire il benessere dell’organismo in diversi modi:

  • integrano, ad esempio, quelle che possono essere le sostanze di cui l’organismo ha bisogno per carenze sia nutrizionali, sia fisiologiche
  • prevengono o ritardano l’insorgere di determinate patologie
  • contribuiscono complessivamente al benessere degli animali, soprattutto in alcuni momenti critici della loro vita

Sono disponibili in varie forme utilizzabili solo per via orale: capsule, compresse, preparati in polvere, gocce e sciroppi. In considerazione del fatto che gli integratori apportano delle sostanze in aggiunta al normale apporto dietetico giornaliero, è necessario utilizzarli solo nei casi di reale necessità. La maggior parte dei nostri animali, infatti, viene alimentata con mangimi commerciali completi e bilanciati, adeguatamente formulati sulla base di età, tipo di attività e presenza di eventuali patologie. Per tali animali, che presentano un buono stato di salute, può quindi non essere necessario alcun tipo di integrazione. In alcuni casi invece, è utile integrare l’alimentazione con sostanze a scopo preventivo o coadiuvante una terapia o per migliorarne le performance.
Gli animali nutriti con una dieta casalinga invece necessitano, per la maggioranza dei casi, di integrazione vitaminico-minerale che deve essere però adeguata al tipo di razione formulata (una somministrazione scorretta o superiore a quella necessaria potrebbe creare più danni che benefici). A oggi abbiamo a disposizione numerosi integratori utili per molte situazioni; cerchiamo allora di fare un po’ di chiarezza sul tipo di integratori alimentari presenti in commercio.

Le vitamine vengono di norma classificate in liposolubili (quali vitamina A, D, E e K) e idrosolubili (C e vitamine del gruppo B), a seconda della loro solubilità rispettivamente in grasso e acqua.  
Mentre un sovraddosaggio di vitamine idrosolubili non causa alcun pericolo per l’animale, le vitamine liposolubili, una volta assorbite, vengono immagazzinate nell’organismo. Per questo motivo, un razionamento squilibrato a favore di tali vitamine può causare accumulo con conseguente tossicità ed è pertanto da temere tanto quanto una loro carenza.

i minerali, molto importanti per l’organismo, si possono classificare in:

  • macrominerali (calcio, cloro, fosforo, magnesio, potassio, sodio, zolfo); 
  • microminerali od oligoelementi (cromo, ferro, fluoro, iodio, manganese, molibdeno, rame, selenio, zinco, cobalto, boro)

Molti di questi minerali possiedono impieghi terapeutici se utilizzati ad alti dosaggi, tuttavia anche in questo caso, un utilizzo prolungato può causare effetti secondari dannosi per l’organismo.

Gli acidi grassi della serie omega 6 e omega 3 costituiscono la famiglia degli acidi grassi essenziali, così chiamati in quanto non possono essere sintetizzati ex novo dall’organismo, ma devono pertanto essere assunti con l’alimentazione. Gli omega 3 inoltre, possono anche venire impiegati come integratori alimentari per migliorare l’aspetto del mantello e della cute, per migliorare le performance di cani sportivi o da lavoro e, nell’alimentazione del cucciolo, per favorire lo sviluppo neurologico.
L’utilizzo di questi integratori (somministrati da soli o in combinazione tra di loro), sembra svolgere effettivamente un’azione benefica sulle cartilagini e quindi sul benessere di soggetti affetti da patologie articolari croniche, anche se tale risposta è molto soggettiva.
Oltre alla tradizionale classificazione delle fibre in base a solubilità, fermentiscibilità e digeribilità, negli ultimi anni è emersa un’ulteriore classificazione di questi macronutrienti sulla base della loro “funzionalità”. Le fibre infatti possono essere classificate in prebiotiche e probiotiche (favoriscono lo sviluppo della flora batterica probiotica).

check Product added to compare.